Spedizione Italia GRATIS da € 69,00 (fino a 5 kg)

Come lavare e proteggere Lana Lino e Seta

Lana, Lino e Seta sono tessuti diversi ma simili tra loro per il modo in cui è necessario procedere al lavaggio e alla loro cura per evitare spiacevoli inconvenienti come restringimenti o infestazione da tarme.

Diciamo anzitutto che non esiste una regola valida sempre e comunque. Ad esempio alcuni tipi di lana con l’acqua si restringono ed altri tipi di lana (trattati con oli e cere) si allargano. E’ necessario leggere bene le etichette e prendere confidenza con i singoli capi.

Detergente Lana e Delicati professionale HygienFresh

Cosa rovina lana, lino e seta ?

La lana è composta da una fibra proteica simile ai nostri capelli. Inoltre le sue fibre  possono ingrossarsi perdendo morbidezza e facendo ritirare il tessuto. Questo processo si chiama “infeltrimento”. Scopriamo assieme quello che non dovresti fare con capi in lana, lino e seta:

lavare a temperature troppo alte (oltre i 30 °C)
asciugare i capi al sole (ricorda di farli asciugare sempre all’ombra)
strizzare troppo le fibre (questo porta inoltre ad avere molte pieghe su lino e seta)
-evitare centrifughe troppo energiche (max 800 giri ma anche meno se si può)
-usare l’asciugatrice (lo puoi fare solo se la tua macchina ha un programma specifico per i delicati)

bucato vegetale lana e delicati greenatural

Detergente Lana e Delicati vegetale Greenatural

Cosa contengono i detersivi per lana, lino e seta?

Questi detersivi sono formulati per essere delicati sulle fibre e contengono delle componenti necessarie ad enfatizzare la morbidezza del tessuto. L’utilizzo regolare di questi detersivi aiuta inoltre a proteggere e preservare i capi.

Uno di questi elementi è la lanolina, che derivata dalla secrezione dalle ghiandole sebacee della pecora che si accumula sul vello lanoso come protettivo ed emolliente. È una sostanza simile al grasso che viene ottenuta per estrazione e purificazione dalla lana durante la sua lavorazione e quindi non reca danno all’animale stesso. Più che ad un grasso sarebbe corretto paragonare la lanolina ad una cera (che peraltro viene utilizzata anche in molti cosmetici).

Un’alternativa alla lanolina è la glicerina che può essere sintetica o vegetale a seconda del detersivo e che conferisce alla lana, alla seta e al lino morbidezza e protezione.

fogli antitarme naturale fiorito vandal

Fogli antitarme naturali al geraniolo

Come pretrattare le macchie

Quello che non si dovrebbe mai fare è utilizzare pretrattanti o detergenti enzimatici. Purtroppo alcuni enzimi attaccano le proteine di cui è fatta la lana andando a rovinarne il tessuto. Conisgliamo di pretrattare solo con ossigeno attivo in acqua fredda. Ottimo per questo scopo è il prodotto OxOn che agisce anche a 20 gradi e riesce ad essere molto efficace sulla lana.

Cosa fare se la lana si infeltrisce ?

Ci sono diversi modi per ridurre il danno provocato al tessuto, ma serve pazienza! Diciamo che i rimedi sono molti e ormai le pagine dei blog sono piene di “pozioni magiche”. A noi piace essere pratici e quindi elencheremo quelli che ci sembrano i metodi più validi:

-il vapore è un ottimo alleato, basta mettere acqua distillata nel ferro da stiro e inondare le fibre di vapore tirando al contempo in varie direzioni il capo e ripetendo più volte l’operazione su entrambe i lati
-mettere il capo in ammollo con del balsamo per capelli e tirare delicatamente le fibre in varie direzioni. Asciugare il capo senza strizzarlo in una zona in ombra

fogli antitarme naturale lavanda vandal

Fogli antitarme naturali alla lavanda

Il problema delle tarme

Le tarme non sono in realtà la vera minaccia, lo sono invece le sue larve che si nutrono voracemente di cheratina che non si trova solo nei capelli ma anche nelle fibre come lana e seta e in un certo modo anche in lino e cotone.

Le larve di tarma sono attirate da zone buie (ecco perchè cassetti e armadi sono presi di mira), dall’umidità (presente nei capi appena tolti o sudati) e dalla sporcizia in cui trovano nutrimento.

Ecco quindi le buone prassi da tenere presente prima di riporre un capo nell’armadio per evitare che le larve di tarma ne siano attratte:

-riporre sempre capi lavati e puliti o quantomeno ben asciutti
-procedere ad una periodica pulizia degli armadi per eliminare la sporcizia che si deposita sul fondo e attira le larve
-predisporre in armadi e cassetti delle buste o fogli con effetto atitarma (preventivo) che allontanino le larve
-nei cambi stagione conservare i capi in sacchetti sottovuoto lavando accuratamente i capi

Tarmacid Fresh Laundry HygienFresh

Trattamento antitarme e antiacaro

Antitarme e rimedi

Gli aspetti di cui parlare sono sostanzialmente due che spesso sono confusi tra loro. Ci sono soluzioni preventive che servono come deterrente per le tarme e soluzioni che servono per eliminare le tarme già presenti.

Giocare d’anticipo. Alcuni odori sono sgradevoli per le tarme e le allontanano dai tessuti, soprattutto se si tratta di capi ben lavati come spiegato precedentemente. Si tratta di profumi naturali come geraniolo, lavanda o cedro atlantico. Fogli imbevuti di olio essenziale e buste armadio pronte fungono da deterrente e sono un’opzione sicuramente sostenibile dal punto di vista ambientale e della tossicità.

Quando il danno è fatto. In questo caso si deve procedere con prodotti specifici come la permetrina contenuta nei prodotti con presidio medico chirurgico. Attenzione ai gatti che non tollerano questo principio attivo. Esistono spray che svolgono anche azione antiacaro.

Anche il congelatore può aiutare nella protezione della lana. Qualche giorno nel freezer in un sacchetto e le larve saranno morte, il buco rimarrà 🙂 !

Scegli un altro argomento…

Categorie

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su email

Scopri altri argomenti

Categorie

Articoli in evidenza

My Agile Privacy
Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione. Cliccando su accetta si autorizzano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su rifiuta o la X si rifiutano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su personalizza è possibile selezionare quali cookie di profilazione attivare. Inoltre, questo sito installa Google Analytics nella versione 4 (GA4) con trasmissione di dati anonimi tramite proxy. Prestando il consenso, l'invio dei dati sarà effettuato in maniera anonima, tutelando così la tua privacy.
LAngoloDiCaty_FavIcon-2.png
[]